Marco Pezzotti

My web site


Benvenuti nel mio modesto sito Web personale.

Lo scopo di queste pagine è informare gli occasionali visitatori sulla mia identità e sulle mie attività. 

Un piccolo sfogo egocentrico come già ce ne sono a migliaia nella Grande Rete.

Contatti:

 Twitter
 Facebook
 Skype

Sei il visitatore numero 

152582 

dal 14 febbraio 2005

Boom di software open source nella PA italiane

Gli italiani sono sempre restii ad accettare le nuove tecnologie che le innovazioni scientifiche ci mettono a disposizione, eppure per il mondo dell‘open source fanno eccezione. Le pubbliche amministrazioni nazionali sono infatti tra quelle che hanno accolto con maggior benevolenza i software con codice aperto, tanto che ad oggi circa il 40% delle PA italiane si appoggiano a tali tipo di programmi per svolgere le proprie attività.

Questo è quanto è emerso da una recente indagine condotta dall’Istat, che ha analizzato le oltre 12 mila amministrazioni pubbliche rilevando che tutte le Regioni e oltre il 90% delle Province e delle Università si appoggiano ormai a software open source.

I comuni sono gli unici enti pubblici ad essere rimasti un po’ indietro sotto questo punto di vista, in particolare quelli piccoli in cui ci sono appena 5000 abitanti, nei quali l’utilizzo del software libero si limita a poco più del 25%, contro il quasi 80% raggiunto dalle città che superano i 100 mila abitanti.

Anche in questo caso è però l’estremo Nord ad occupare i primi posti della classifica con Bolzano, Toscana ed Emilia Romagna sul podio.

Percentuali che sicuramente sono destinate a crescere, anche in seguito all’abbandono da parte di Microsoft del supporto ad XP, fino a poco fa uno dei sistemi operativi più utilizzato dagli enti pubblici.

Fonte: www.pianetatech.it

17/05/2014


Commenti:

 

Non sono presenti commenti!

 

Lascia un commento

Nome e Cognome:*
E-mail:*
Commento:*
* Campi obbligatori!

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003.

Home| A proposito di| Area riservata


Privacy Policy